Alcune regole di base Come riuscire a vendere una moto

È gennaio. Nonostante l’attacco dell’inverno davanti alla finestra, è il momento migliore per vendere o acquistare una moto. I prezzi sono al massimo per il momento e cominceranno ad aumentare tra un mese. Puoi facilmente sfogliare le offerte, controllare la moto con un meccanico di fiducia e negoziare. Oggi, daremo un’occhiata a come vendere una moto usata in modo efficace, in modo che entrambe le parti della transazione siano soddisfatte.

Quindi… Un tentativo mal preparato di vendere una moto usata può portare a frustrazione, pianti, privazione del sonno e amarezza permanente. Così come tutte le cose commerciali, all’ingrosso, al dettaglio e capitalistiche. In passato, quando tutto veniva barattato, era molto più facile. Ora, però, per vendere qualcosa, bisogna ricordare alcune regole di base. Ricordate che il mercato delle due ruote usate sta cambiando. I clienti di oggi comprano i loro veicoli in modo molto più consapevole. È anche più facile controllare le condizioni tecniche del veicolo e ottenere informazioni sulla sua storia. È sempre più difficile coprire le pagine spinose della storia del veicolo, ed è sempre più difficile vendere la macchina ad un prezzo ridotto. Si prega di notare che la seguente guida è destinata a persone che vendono la moto privatamente.

Parlare o non parlare?

Secondo noi, la stragrande maggioranza dei proprietari dei loro veicoli sa cosa c’è di sbagliato in loro e qual è la loro storia. Anche se non lo sapevano al momento dell’acquisto, mesi o anni di operazioni hanno spiegato molto, o molto potrebbe essere successo nel corso di quelle operazioni. Cosa succede se abbiamo una macchina rotta o danneggiata? L’onestà del venditore di solito lo rende invendibile, anche se il prezzo è molto interessante. Nascondere le reali condizioni tecniche del veicolo è anche molto pericoloso per il venditore da un punto di vista legale. In una situazione in cui il cliente è ferito (per esempio il veicolo aveva un telaio piegato o i sistemi di sicurezza non funzionavano), lui o la famiglia della vittima avranno una base per intentare un’azione civile. Lo stesso può succedere al venditore quando l’acquirente si rende conto che i difetti nascosti del veicolo riducono significativamente il suo valore di mercato. Naturalmente, non tutto può essere provato in tribunale (per esempio, che il proprietario era a conoscenza dei problemi con la merce venduta), l’unica questione è se vogliamo esporci alle schermaglie legali? I tempi in cui il veicolo acquistato è diventato l’unico problema del nuovo proprietario stanno lentamente cominciando a finire.

Quindi parlare o non parlare? A nostro parere, una moto contorta e incidentata non dovrebbe essere venduta a un nuovo proprietario inconsapevole. Per motivi di sicurezza, tali veicoli vengono rottamati oltre i nostri confini occidentali, ma alcuni evitano un deposito di rottami e possono finire di nuovo a casa dopo essere stati riparati … Una macchina incidentata è spesso più redditizia per vendere dei pezzi piuttosto che rischiare di imbottirla completamente. Vale la pena considerare questo argomento e il tempo di rivendita del veicolo deve essere preso in considerazione al momento dell’acquisto.

La pulizia è essenziale

Perché qualcuno compri quello che vuoi vendere, deve vederlo e amarlo. Questa è probabilmente la regola più elementare che non dovrebbe essere menzionata affatto, ma guardando gli annunci online, sembra che un sacco di materiale sia rimasto sul fondo della Vistola nelle ultime settimane. Non c’è bisogno di passare qualche ora con una pelle di camoscio e un agente lucidante prima di mettere in vendita la tua moto, ma credici, se stai vendendo una grande moto con molti accessori, basso chilometraggio e una storia provata, gli escrementi di uccelli sul serbatoio del carburante sono il modo più efficace per scoraggiare i potenziali acquirenti.

Non scattare foto con una calcolatrice

Le immagini sono la parte del leone del successo. Non è necessario chiamare i responsabili del calendario Pirelli, ma ne vale la pena, e bisogna anche fare uno sforzo per fare delle foto decenti. È un sospetto umano naturale, quando si vedono brutte foto, pensare che un visitatore deve nascondere qualcosa. Le foto di scarsa qualità non mostrano i graffi, soprattutto nei luoghi che sono in contatto con il terreno vicino al suolo, sul serbatoio del carburante, la condizione della catena, le gomme, ecc.

Nota importante sulle foto. Se hai un libretto di servizio con le ispezioni registrate, un manuale originale, un secondo set di chiavi e altri accessori per la moto fai una foto e mostrala nell’annuncio. Attira l’attenzione e fa un’ottima impressione.

Prenditi cura del tuo ambiente

In riferimento a quanto sopra, sarebbe un’idea moderatamente saggia ed efficace fotografare una moto in vendita in un porcile con qualcuno che si scaccola sullo sfondo o con uno striscione con la scritta « Buy scrap ». Cosa importante – se vendi per esempio R1 e alleghi delle foto sulla pista all’annuncio, è un errore. Alle persone non piace vedere la loro futura bicicletta nei luoghi in cui è stata usata e preferiscono vederla imballata in una scatola. Un mio amico una volta ha cercato di vendere una CBR1000RR in ottime condizioni, pulita e coccolata, ma l’interesse era minimo. Perché c’era poco interesse? Per ripetuti annunci, ha fornito immagini di un vortice volante in Slovacchia. Un cliente di moto usate odia avere una visione della vita dopo aver comprato una moto. Semplicemente non funziona in questo mercato. Come le immagini sulla ruota o la gomma bruciata e una firma « 

Mostra le cose veramente importanti

Abbiamo già visto una pubblicità in cui 6 foto su 8 mostravano un tankpad personalizzato con fiamme e teschi. Gli acquirenti di moto sono interessati (oltre al prezzo) alla condizione delle gomme, alla condizione della trasmissione, alla condizione delle carenature (se la moto ne ha). La cosa più importante per l’acquirente è sapere se la moto era sporca. È importante mostrare la condizione delle coperture del motore sulle foto (i proprietari di Bandit sanno di cosa sto parlando). Naturalmente, alcune cose non possono essere trasmesse da una foto, per esempio se nulla perde dalla sospensione anteriore o quanto la catena può essere rimossa dal portapacchi.

Brevemente, succintamente, significativamente

È un argomento un po’ più noioso. Niente mi fa incazzare di più che leggere un annuncio di 6.000 parole e 4 pagine, spesso dichiarato in un articolo / racconto / poesia (oh sì, ho visto una poesia una volta). A nessuno importa che mentre guidavi quella moto, hai chiesto ad una ragazza di sposarti, hai fatto il primo controllo di polizia della tua vita o hai adottato un gattino. La regola è semplice. L’avviso deve contenere informazioni sul chilometraggio e su tutto ciò che deve essere migliorato. Non c’è niente di più noioso che guidare una moto di 500 km, che sembrava buona, ma sul posto si è scoperto che « tutto sommato, sarebbe bello sostituire il cuneo, i cuscinetti, le gomme e qualcosa che bussa quando parte a freddo uno ». È inaccettabile ingannare la gente. Se c’è qualcosa da fare con la tua moto e non vuoi più occupartene (e questo è il caso più frequente quando si vende una moto), scrivilo ed eventualmente dillo durante la conversazione telefonica. D’altra parte, una documentazione completa di diverse pagine che mostra la storia dell’attrezzatura, comprese le date e le ore di servizio, gli indirizzi dei negozi di ricambi, i percorsi fatti, ecc. non dovrebbe essere un modo efficace per vendere in modo affidabile, al contrario, i clienti spesso chiudono solo l’annuncio e continuano a cercare.

Azzerare il contatore

Naturalmente, stiamo scherzando. O forse non stiamo scherzando? Qui ci troviamo di fronte allo stesso problema che si presenta quando si cerca di vendere un’auto con più di 200.000 km di chilometraggio. Abbiamo fatto una piccola indagine. Abbiamo controllato il chilometraggio dichiarato per la Yamaha Fazer 600 dal 1999 al 2002 su uno dei maggiori portali pubblicitari tedeschi. Il chilometraggio medio dichiarato è di circa 60.000 km. Allo stesso tempo, su uno dei più popolari siti di annunci polacchi, gli stessi criteri di selezione ci hanno dato un chilometraggio medio di 30.000 km. Come è possibile? Conosciamo molte storie di prima mano su auto e moto ben tenute e davvero sane a cui nessuno era interessato. È bastato « correggere » il contachilometri del 30% in meno e il veicolo è stato venduto immediatamente il giorno dopo. La realtà polacca su questo argomento è un vero dramma, per coloro che vogliono essere onesti, ma allo stesso tempo si rendono conto che non sono in grado di competere con i commercianti e truffatori con un’offerta onesta … Naturalmente, non approviamo tali pratiche e siamo contro di esse, perché non sono altro che frodi, ma se anche voi non potete fare a meno di sentire che noi, come clienti, preferiamo ottenere una dolce bugia piuttosto che una prosaica verità? Cosa ne pensi?

Consigli: comprare una moto usata
Suggerimenti per vendere la tua moto più velocemente